Associazione Edoardo Benvenuto
per la ricerca sulla Scienza e l'Arte del Costruire nel loro sviluppo storico
Antonio Becchi
Q. XVI. Leonardo, Galileo e il caso Baldi: Magonza, 26 marzo 1621
Marsilio, Venezia 2004

Un problema tramandato dalla meccanica greca e un poliedrico Abate appassionato di architettura sono al centro di una vicenda che è sfuggita all'attenzione degli storici. Con le Esercitazioni sui Problemi meccanici di tradizione aristotelica Bernardino Baldi (1553-1617), abate di Guastalla, inaugura un nuovo filone di ricerche sulla meccanica applicata all'architettura, anticipando temi che saranno discussi da Galileo Galilei nei celebri Discorsi e dimostrazioni matematiche intorno a due nuove scienze (1638). Tra Urbino, Guastalla, Eton e Magonza si dipana una storia intessuta di geniali intuizioni e di abbagli interpretativi. Il saggio analizza il contributo di Baldi e indica alcune delle ragioni che hanno portato gli storici dell'architettura e quelli della meccanica a trascurarlo sistematicamente. Emergono nuove prospettive di ricerca che invitano a rileggere la storia dei rapporti tra meccanica e architettura nell'Europa del XVI secolo.